Acque. Inquinamento idrico e del suolo. Avvelenamento, pericolosità scientificamente accertata, limiti di soglia. Obblighi di comunicazione e bonifica e ruolo del proprietario del terreno. Cassazione Penale n. 48548/2018.

Cass. Pen., Sez. IV, sent.n. 48548 del 24 ottobre 2018 (ud. del 25 settembra 2018) Pres. Fumu, Est. Pezzella Acque. Inquinamento idrico e del suolo. Avvelenamento delle falde acquifere. Natura di reato di pericolo presunto. Sversamento accidentale. Pericolosità scientificamente accertata. Mero superamento dei limiti tabellari. Potenzialità di nuocere alla salute. Artt. 242, 257, 304 d. […]

Inquinamento atmosferico. Funzioni dell’autorizzazione alle emissioni, presupposti per il rilascio, esclusione di provvedimenti equipollenti, controllo della P.A. . Cassazione Penale n. 56281/2017.

Cass. Pen., Sez. III, sent. n. 56281 del 18 dicembre 2017 (ud. 24 ottobre 2017) Pres. Fiale, Est. Ramacci Inquinamento atmosferico. Impianti produttivi di emissioni. Emissioni in atmosfera in assenza della prescritta autorizzazione. Artt. 103, 279, 269 d. lgs. n. 152/2006. Funzione abilitativa e di controllo dell’autorizzazione. Valutazione e  monitoraggio ecologico della P.A. . Scarichi […]

Ambiente e inquinamento. Principio del “chi inquina paga”, nesso causale tra operatore e inquinamento e criterio di maggiore applicazione. TAR Piemonte.

TAR Piemonte, Sez. I, sentenza n. 1543 del 16 dicembre 2016 (ud. 26 ottobre 2016) Ambiente.  Accertamento del nesso causale tra operatore e inquinamento. Principio del “chi inquina paga” e criterio di maggiore applicazione. In materia di accertamento del nesso causale, tra operatore e inquinamento, nel rispetto del principio “chi inquina paga”, il criterio oggi […]