RIFIUTI. Recupero in forma semplificata e sufficienza della comunicazione di inizio attività: quando ci si può non avvalere dell’AUA? Cassazione Penale n. 23483/2020.

Cass. Pen., Sez. III, sent. n. 23483 del 3 agosto 2020 (ud. del 1° luglio 2020) Pres. Aceto, Est. Scarcella Rifiuti. Attività di recupero in regime semplificato. Titoli abilitativi. Comunicazione di inizio attività. AUA. Art. 59 D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59. Art. 214 e 216 d. lgs. n. 152/2006. L’unica possibilità di non avvalersi […]

RIFIUTI E SPEDIZIONI TRANSNAZIONALI. Il Consiglio di Stato rinvia alla Corte UE un quesito sui rifiuti prodotti da impianti di trattamento meccanico e l’attribuibilità del codice CER 19.12.12.

Cons. di Stato, Sez. IV, sent.  n. 4196 del 1° luglio 2020 (ud. del 10 ottobre 2019) Pres. Troiano, Est. Carluccio Rifiuti. Rifiuti prodotti da impianti di trattamento meccanico per operazioni di recupero R1/R2. Rapporto tra il Catalogo Europeo Rifiuti e disciplina euro-unitaria sulla spedizione dei rifiuti. Attribuibilità del codice CER 19.12.12. Spedizioni transfrontaliere. Art. […]

RIFIUTI. Residuo secco e definizione di trattamento meccanico. T.A.R. Liguria n. 970/2019.

T.A.R. Liguria, Sez. II, sent. n. 970 del 20 dicembre 2019 (ud. del 13 novembre 2019) Pres. Pupilella, Est. Morbelli Rifiuti. Residuo secco. Definizione di “trattamento meccanico”. Art. 183, comma 1, lett. s) d.  lgs n. 152/2006. Art. 1, lett. h) d. lgs. n. 36/2003. Può integrare un “trattamento” rilevante ai fini della riqualificazione dei […]

CIRCOLARI INTERPRETATIVE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE O DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA E IGNORANZA SCUSABILE: che natura hanno tali atti? Cassazione Penale n. 44516/2019.

Cass. Pen., Sez. III, sent. n. 44516 del 31 ottobre 2019 (ud. del 17 luglio 2019) Pres. Izzo, Est. Ramacci Rifiuti. Deposito incontrollato di rifiuti e circolari associazioni di categoria. Il deposito del rifiuto, essendo caratterizzato da un tempo di attesa prima dell’espletamento di altre attività di gestione, presuppone che durante tale fase sia predisposta […]

CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI E CODICI A SPECCHIO DOPO LA SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA DEL 29/03/2019: la Cassazione inizia ad applicare le direttive sulle analisi e classificazione dei rifiuti con “codici a specchio”. Cassazione Penale n. 47288/2019.

Cass. Pen., Sez. III, sent. n. 47288 del 21 novembre 2019 (ud. del 29 marzo 2019) Pres. Izzo, Est. Ramacci RIFIUTI. Classificazione dei rifiuti. Codici a specchio. Caratteristiche di pericolo dei rifiuti. Art. 184 d. lgs. n. 152/2006.  Articolo 3 e allegato 3, Direttiva 2008/98/CE. Interpretazione pregiudiziale della Corte di Giustizia Ue a mezzo sentenza […]