AMBIENTE. La concreta applicazione del principio di precauzione (art. 19 TFUE) comporta l’apprezzamento di un rischio fondato su basi scientifiche. Consiglio di Stato n. 4545/2020.

Consiglio di Stato, Sez. IV, sent. n. 4545 del 14 luglio 2020 (ud. del 2 luglio 2020) Pres. Castiglia, Est. Spisani Ambiente. VIA. AIA. Principio di precauzione. Applicazione concreta. Art. 191 TFUE. D. lgs. n. 334/1999. Tutta la normativa di cui al d. lgs. 152/2006 è ispirata al rispetto del principio di precauzione, e pertanto […]

RIFIUTI. Sito di Interesse Nazionale (SIN) e inquinamento ambientale: l’indicazione delle aree ad alto rischio ambientale non implica automaticità dell’inquinamento. T.A.R. Veneto n. 549/2020.

T.A.R. Veneto, Sez. III, sent. n. 549 del 29 giugno 2020 (ud. del 17 giugno 2020) Pres. Farina, Est. Nasini Rifiuti. Interventi di bonifica. Sito di Interesse Nazionale (SIN). Art. 242 d. lgs. n. 152/2006. L. n. 426/98. Il fatto che la l. n. 426 del 1998 abbia individuato, come già precisato, una serie di aree […]

RIFIUTI. Abbandono, proprietario incolpevole, responsabilità soggettiva e principio “chi inquina paga”: la mera titolarità sull’area non basta per l’accertamento della responsabilità. Consiglio di Stato n. 4248/2020.

Cons. di Stato, Sez. II, sent. n. 4248 del 2 luglio 2020 (ud. del 30 giugno 2020) Pres. Taormina, Est. Politi Rifiuti. Abbandono e responsabilità soggettiva. Bonifica dei siti inquinati.  Oneri di riparazione del danno. Proprietario non responsabile. Principio comunitario “chi inquina paga”. Privilegio speciale immobiliare. Direttiva 2004/35/CE. Art. 191 T.F.U.E. . Artt. 244, 245 […]